ESG 2017
San Antonio Breast Symposium
Milan cancer conference

Fallimento dei contraccettivi nelle donne in sovrappeso e obese, utilizzatrici di contraccettivi ormonali combinati


E’ stato valutato la relazione tra tassi di fallimento della pillola contraccettiva orale combinata, cerotto e anello vaginale e aumento dell'indice di massa corporea ( BMI ).

Le donne arruolate in uno studio di grandi dimensioni che offriva un metodo contraccettivo reversibile a scelta sono state seguite per 2-3 anni.

Sono stati confrontati i tassi di fallimento ( gravidanza ) tra le utilizzatrici della pillola ormonale, del cerotto transdermico e dell’anello vaginale contraccettivo, stratificate per indice di massa corporea.

Tra le 7.486 partecipanti a questa analisi, 1.523 hanno scelto la pillola, il cerotto o l’anello al momento dell'arruolamento.

Delle 334 gravidanze indesiderate, 128 sono risultate essere il fallimento di pillola, cerotto, o anello.

I tassi di fallimento a 3 anni non sono stati differenti tra le categorie di indice di massa corporea ( BMI inferiore a 25, 8.44%; BMI 25-30, 11.03%; BMI superiore a 30, 8.92% ).

L’aumento della parità ( hazard ratio, HR=3.06 ) e la storia di una precedente gravidanza non-voluta ( HR=2.82 ), ma non l’indice di massa corporea, sono risultati significativi fattori di rischio per la gravidanza non-voluta.

In conclusione, le donne in sovrappeso e obese non sembrano correre un maggior rischio di fallimento della contraccezione durante l'uso di contraccettivi ormonali combinati, cerotto o anello vaginale. ( Xagena2013 )

McNicholas C et al, Obstet Gynecol 2013; 121: 3: 585-592

Gyne2013 Farma2013


Indietro