Tumore Ovaie
Tumore Mammella
Xagena Mappa
OncoGinecologia

I contraccettivi orali contenenti estrogeno associati ad un aumento dell’incidenza di cefalea


I Ricercatori dello studio Head-HUNT hanno esaminato la prevalenza di cefalea ed emicrania tra le donne che fanno uso di contraccettivi orali.

Nello studio HUNT-2 ( Nord-Trondelag Health Study ) – Norvegia 1995 – 1997, il 60% delle donne ( 27.700 su 46.506 ) ha ricevuto un questionario sulla cefalea.

Tra le 14.353 donne in pre-menopausa, il 97% ( 13.944 ) ha risposto alle domande riguardanti l’impiego dei contraccettivi orali.

E’ stata osservata una significativa associazione tra cefalea ed uso dei contraccettivi orali contenenti estrogeno nelle donne in pre-menopausa, sia riguardo all’emicrania ( odds ratio, OR = 1.4 ) che per la cefalea non-emicranica ( OR = 1.2 ).

Una relazione significativa tra cefalea e la quantità di estrogeno nei contraccettivi orali non ha potuto essere dimostrata.

Nessuna associazione significativa è stata riscontrata tra la cefalea ed i contraccettivi orali contenenti solo un progestativo.

I dati dello studio hanno indicato che le donne in pre-menopausa che fanno uso di contraccettivi orali contenenti estrogeni hanno una maggiore probabilità di presentare cefalea, soprattutto emicranica. ( Xagena2006 )

Aegidius K et al, Neurology 2006; 66: 349-353


Gyne2006 Farma2006


Indietro